Le prime fotografie a colori della storia 3100 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/06/2018
Quattro componenti per la nuova Commissione per il Sistema museale nazionale
20/06/2018
Fendi e Nico Vascellari ancora insieme, per la collezione maschile estate 2019
19/06/2018
Si riapre l’indagine sul furto della Natività di Caravaggio
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Le prime fotografie a colori della storia

   
   
 
Le prime fotografie a colori della storia
pubblicato

Nel 1907 i fratelli Auguste e Louis Lumière rivoluzionarono la storia della fotografia con l’invenzione dell’autocromia, un procedimento che permetteva di ottenere immagini a colori tramite una soluzione a base di un comunissimo ingrediente: la fecola di patate. Su una lastra fotografica di vetro venivano applicati grani di fecola tinti di blu, rosso o verde che creavano un filtro al quale si aggiungeva un’emulsione sensibile. Una volta esposta alla luce, la lastra restituiva una diapositiva a colori. Il processo non era dei più semplici, ma ebbe molto successo, e in breve tempo si diffuse dalla Francia fino agli Stati Uniti. Ma lo sviluppo della fotografia non si arrestò e nel 1935 la Kodak introdusse una tecnologia più pratica e veloce, la Kodachrome, che sostituì per sempre l’invenzione dei fratelli Lumière. Ecco una selezione di autocromie scattate tra il 1908 e il 1925, che ci mostrano il mondo a colori di più di 100 anni fa. (NG)

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Manifesta 12 - Palermo - La guida con tutti gli eventi e non solo
trovamostre
@exibart on instagram