Into the Wild. Percorsi nell’arte outsider e contemporanea. Convegno internazionale al MAMBo 3058 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/10/2018
Fabrizio Cotognini è il vincitore del Premio Cairo 2018
15/10/2018
Aperte le selezioni per nctm e l’arte: Artists-in-residence, XII edizione
15/10/2018
Ecco il nuovo Consiglio Direttivo di AMACI, l’associazione dei Musei d’Arte Contemporanea
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Into the Wild. Percorsi nell’arte outsider e contemporanea. Convegno internazionale al MAMBo

   
   
 
Into the Wild. Percorsi nell’arte outsider e contemporanea. Convegno internazionale al MAMBo
pubblicato

Tra le proposte per la Giornata del Contemporaneo AMACI di sabato, 13 ottobre, il MAMbo-Museo d'Arte Moderna di Bologna ospita, dalle 10 alle 18.30, un convegno internazionale sullo stato attuale e le prospettive future delle arti irregolari. Negli ultimi anni, in coincidenza con eventi espositivi importanti come le edizioni 2013 e 2017 della Biennale di Venezia, è diventata impellente l’esigenza di una ridefinizione di status per l’Outsider Art, che da luogo distinto si fa parte integrante del sistema composito del contemporaneo. 
Con "INTO THE WILD. Percorsi nell’Arte Outsider e Contemporanea”, Bologna partecipa al dibattito critico oggi estremamente vitale, occasione frutto del lavoro che, da circa un decennio, il gruppo di ricerca che fa capo all'insegnamento di Psicologia dell'arte dell'Alma Mater Studiorum-Università di Bologna, riserva alle zone di confine dell’esercizio artistico. Il territorio che a suo tempo era specchio dei "valori selvaggi” di Jean Dubuffet – col riconoscimento di spessore estetico a produzioni visive marginali di autori estranei ai circuiti artistici, isolati socialmente o reclusi in strutture manicomiali – nei decenni ha visto un progressivo ampliamento verso manifestazioni e autori complessi e, oggi, prevede nuovi contesti d’azione con in dotazione nuovi strumenti. A curare l’iniziativa, il Professor Stefano Ferrari, e le storiche dell’arte Cristina Principale, Carole Tansella e Sara Ugolini, impegnate nell’ambito dal punto di vista editoriale e curatoriale. 
Nell’ottica di un confronto con l'arte contemporanea cosiddetta ufficiale, verranno affrontati aspetti relativi alla conservazione museale e alle dinamiche del mercato, alla divulgazione tecnologica e all’apertura all’industria della moda, approfondendo sugli scambi instaurati con artisti visivi, sempre più spesso spinti a misurarsi con le arti irregolari e inclini a coglierne il potenziale teorico e creativo. A testimonianza del carattere transdisciplinare dell’argomento, il ritmo del Convegno sarà scandito in cinque sessioni con l’obiettivo di dare risalto a nuove ipotesi interpretative. 
Interverranno: Lorenzo Balbi, direttore del MAMbo; Stefano Ferrari, anche in veste di presidente della sezione Emilia-Romagna della IAAP - International Association for Art and Psychology, che sostiene il progetto; Lucienne Peiry, storica dell’arte e curatrice specializzata in Art Brut; Thomas Röske, direttore della Collezione Prinzhorn dell’Università di Heidelberg; Gabriele Mina, antropologo e ideatore del progetto "Costruttori di Babele”; Giulia Pettinari, storica dell’arte specializzata in Outsider Art; Nicola Mazzeo, direttore della Galleria Rizomi di Parma; Caterina Nizzoli, critica d’arte e presidente dell’Associazione Artètipi; Flavio Favelli, artista visivo; Simone Pellegrini, artista visivo e docente presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna; Hervé Di Rosa, artista e cofondatore di MIAM, Musée International des Arts Modestes, Sète; Alessandro Dal Lago, sociologo e saggista e Serena Giordano, artista e docente presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram