Fino al 21.IV.2018 - Pino Pascali. Mediterraneo Metropolitano - Galleria Colossi Arte Cont... 3100 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/07/2018
La Gioconda tifa Francia. Il Louvre veste il capolavoro con la maglia da calcio dei Blues
14/07/2018
Shorts Film ha pubblicato online 45 sceneggiature da scaricare gratuitamente
13/07/2018
A margine di Shining. Online gli appunti di Stanley Kubrick sul libro di Stephen King
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Fino al 21.IV.2018
Pino Pascali. Mediterraneo Metropolitano
Galleria Colossi Arte Contemporanea, Brescia

   
  Carla Ingrasciotta 
 
Fino al 21.IV.2018 - Pino Pascali. Mediterraneo Metropolitano - Galleria Colossi Arte Contemporanea, Brescia
pubblicato

Un inedito Pino Piscali (Bari, 1935 - Roma, 1968), un omaggio che la galleria bresciana Colossi Arte Contemporanea dedica all’artista pugliese in occasione del cinquantennale dalla sua prematura scomparsa avvenuta nel 1968 all’età di 33 anni.
Già presentata nel 2011, questa riedizione di "Pino Pascali, Mediterraneo metropolitano”, proponendo un itinerario volto alla scoperta della produzione meno conosciuta dell’artista, raccoglie opere realizzate tra il 1958 e il 1968 per la casa di produzione di cortometraggi LodoloFilm, periodo che impegnò l’artista nel ruolo illustratore di personaggi, scene di vita e intermezzi musicali che vennero presentate nel programma televisivo Carosello.
Artista, ma anche scenografo quindi, Pascali fu una figura poliedrica ed eclettica, coraggioso ragazzo meridionale che lasciò la sua Bari per tuffarsi nella frenesia della Roma metropolitana degli anni ‘60.
Ed è proprio all’interno di questo dialogo tra metropoli e mediterraneo, che si scopre l’anima creativa di Pino Pascali. Nei suoi disegni, nelle sue grafiche pubblicitarie, Pascali riproduce a volte la semplicità delle sue origini, altre la confusione, l’eccitazione e la velocità di una città moderna, viva e in costante movimento.

null
Pino Pascali, Ragazzo con moto, 1961-1962, tecnica mista su carta fotografica e cartoncino, 17x25,3cm

Già emigrato a Roma nel 1956, Pascali abbandona presto il suo contesto rurale per affrontare una città animata dal fervore del boom economico e dove conoscerà l’arte nelle sue plurime forme, da quella visiva a quella teatrale e cinematografica.
Ed ecco allora che nei bozzetti che Pino realizza per svariate pubblicità si ritrova da una parte la sintesi grafica, la forme stilizzata dei personaggi, e lo schematismo tipico della celebrazione della modernità cittadina; dall’altra le forme naturali del reale e un’iconografia che riconduce all'immaginario visivo di Pascali, quello proprio dei suoi ricordi d’infanzia e della terra di appartenenza.
Attraverso la sua opera, Pascali si fa portavoce della conciliazione tra cultura industriale e civiltà mediterranea, tra realtà e immaginazione, e lo fa attraverso un segno estetico simbolico che appartiene al suo particolare repertorio favolistico, un repertorio che solo più avanti l’artista tradurrà nella tridimensionalità delle sue celebri sculture.

Carla Ingrasciotta
mostra visitata il 10 febbraio 2018

Dal 10 febbraio al 21 aprile 2018
Pino Pascali. Mediterraneo Metropolitano
Galleria Colossi Arte Contemporanea, Brescia
Corsia del Gambero, Brescia
Orari: Martedì - Sabato 10.00-12.00, 15.00 -19.00
Info: info@colossiarte.it www.colossiarte.it

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Carla Ingrasciotta
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram