Spogliarsi a Hong Kong 3090 utenti online in questo momento
exibart.com
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Spogliarsi a Hong Kong

   
 L'idea arriva da Siu Ding, modella, fotografa e sostenitrice dell'accettazione del corpo, per sfidare una città conservatrice come Hong Kong, e abbattere i tabù della nudità  
 
Spogliarsi a Hong Kong -
pubblicato

"Lentamente scopri che non puoi mai goderti il ??tuo corpo - devi coprirlo e nasconderlo", spiega Siu Ding, organizzatrice di una mostra intitolata "Body Fest", la prima raccolta di arte "nuda" ad Hong Kong.
Le opere sono esposte per pochi giorni, fino a domenica, in una sala del Foo Tak Building di Wan Chai, sede dell'organizzazione no-profit Outreach (ACO).
"Si tratta di tornare all'idea che se non ti rendi conto di quali siano le tue esigenze e la comprensione del tuo corpo, non puoi conoscere nient'altro", dichiara ancora Siu.
Che in realtà, per la prossima tappa della mostra, nel Southmark di Wong Chuk Hang dall'11 al 28 febbraio, metterà una stanza piena di specchi dove i visitatori, uno alla volta, potranno denudarsi e scoprirsi. 
"Quando si menziona la parola 'nudo', tutti i fondi vengono immediatamente tagliati", dice Liu. "Hong Kong è molto conservatrice, specialmente quando si parla di nudità". La legge qui, li ha costretti infatti a fasciare i due libri di fotografia in vendita con un'etichetta rossa, avvertendo i potenziali lettori che il contenuto è adatto solo agli over 18.
Ad aprile, il festival si trasferirà a Taiwan, dove la messa in sicurezza di un luogo è un'impresa relativamente facile e i materiali stampati non richiedono la stessa accortezza.
"Se conosci di più te stesso e i tuoi desideri, hai meno probabilità di avere paura di quel desiderio e usarlo per ferire gli altri": una mostra
Siu ha fatto scalpore nel 2008 dopo essere apparsa nuda in un video per Christmas Half-Nude Party, una canzone del duo indie locale Forever Tarkovsky Club: "Voglio mettere in discussione il motivo per cui la gente non vuole essere nuda, senza imporre atteggiamenti. Il mio obiettivo è quello di poter uscire per strada nudi o vestiti, senza che nessuno giudichi o ci guardi stranito".
Non sarà un compito facile, anche fuori da Hong Kong. 

Fonte: scmp
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram