Fino al 26.V.2017 - Elena Bellantoni, DreamEscape - Richter Fine Art, Roma 3053 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Fino al 26.V.2017
Elena Bellantoni, DreamEscape
Richter Fine Art, Roma

   
  Carmelo Cipriani 
 
Fino al 26.V.2017 - Elena Bellantoni, DreamEscape - Richter Fine Art, Roma
pubblicato

Prosegue con assoluta coerenza la programmazione espositiva di Richter Fine Art a Roma. Dopo la collettiva inaugurale, con opere di Silvia Argiolas, Dario Carratta, Luca Grechi, Emilio Leofreddi, Dario Molinaro, Giuliano Sale, e la personale di Zanbagh Lofti, la Galleria continua nella promozione della pittura contemporanea con la personale "DreamEscape” di Elena Bellantoni (Vibo Valentia, 1975), a cura di Saverio Verini. Un tracciato osmotico tra la recente sperimentazione pittorica dell’artista – che pure affonda le sue origini negli anni trascorsi in Germania – e la sua ricerca videoperformativa, tra le più interessanti del panorama italiano. 
Dipinti di impronta neodivisionista che ritraggono figure femminili di spalle in scenari assolati in cui la luce si frastaglia e si frammenta alla pari del colore. Un ritorno parziale alla pittura, dunque, attraverso cui l’artista racconta un tema tra i più scottanti di sempre. Ignare protagoniste sono le tante prostitute incontrate quotidianamente, per un certo periodo, dall’artista mentre percorreva con la sua auto la via Laurentina, di ritorno a Roma dal litorale pontino. In prevalenza africane, poco più che bambine, vittime di uomini per i quali l’infanzia e la libertà sono diritti evidentemente subordinati al colore della pelle e all’estrazione sociale. Un tema da sempre tra i più toccanti che l’artista tratta senza retorica, in composizioni variopinte e cariche di luce. Nessuna denuncia manifesta ma solo il fulgido risplendere delle cromie in scene prossime più a spiagge da antiche bagnanti che non al tetro scenario del marciapiede. Ma non si tratta di disinteresse, anzi. La presa di posizione dell’artista, infatti, si registra in quel perenne "essere di spalle”, in quella negazione di identità, un oblio sociale inizialmente subito ed ora forse anche cercato. Una figurazione riuscita nei postulati e nelle intenzioni ma che da un punto di vista esecutivo appare in via di perfezionamento. 

null

Talune incertezze, infatti, appaiono proprio nella resa della figura, dove la mano dell'artista sembra risolvere la frammentazione cromatica in stesure appena più compatte apparendo di fatto immobile, priva di quella vibratilità altrove visibile, specialmente negli imperanti brani naturalistici dove si colgono le note pittoriche più felici. Un’asprezza figurale forse funzionale al tema trattato, come se personaggi e scenari naturali fossero immagini tra loro volutamente stridenti, ma di fatto in un dialogo non perfettamente riuscito.
Decisamente matura l’artista appare invece nel video, linguaggio che dimostra di concepire e condurre con rara raffinatezza, combinando bellezza d'immagine e profondità di pensiero. Il percorso romano presenta The beauty and the beast del 2017, alla prima esposizione. Una scolaretta, anch’essa di spalle, è in visita al Museo delle Scienze Naturali di Milano. La fanciulla, con zaino in spalla, si perde tra le sale del museo dando origine ad improbabili pensieri sulla vita e la morte, sul bene e sul male, su individuo e collettivo. Il fascino della visione oltre che nelle inquadrature, sempre calibrate nei rapporti cromatici e luministici, si assesta nel gap tra la complessità dei pensieri e la puerilità della voce narrante. Un linguaggio quello del video che l’artista dimostra di condurre alla perfezione ma che non le impedisce di intraprendere altre vie e di assecondare un innato spirito di ricerca. 

Carmelo Cipriani
mostra visitata il 3 maggio  

Dal 20 aprile al 26 maggio 2017
Elena Bellantoni, DreamEscape
Richter Fine Art
Vicolo del Curato 3, 00186 Roma
Orari: dal martedì al venerdì dalle 13.00 alle 19.30 e il sabato dalle 9.00alle 20.00
Info: www.galleriarichter.com
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Carmelo Cipriani
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

trovamostre
@exibart on instagram