Il teatro che ci piace! 3074 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Il teatro che ci piace!

   
   
 
Il teatro che ci piace!
pubblicato

Che bello lo spettacolo di MUTA IMAGO  visto due sere fa nell’ambito di Short Theatre a Roma.  Un progetto tostissimo, duro da recitare da vedere. Un pugno nello stomaco che fa riflettere, pensare a noi, a loro, agli altri. Il titolo Polices! È esemplificativo. Ed in effetti nella storia convulsa e straniante che viene raccontata, i protagonisti sono i poliziotti,  non tutti, ma quelli disonesti, quelli che tacciono, quelli che non rispettano il ruolo. Lo spettacolo, 55 minuti mozzafiato scanditi da ritmi serrati, con una scena pulita e scevra di orpelli inutili, lascia lo spettatore attaccato alla sedia, sorpreso dal vortice dei rumori, delle sensazioni, degli stimoli che il racconto ti dà. Il tutto realizzato da un solo attore.

 Il racconto che viene sparso è tratto da materiale di archivio, tutto rigorosamente vero e documentato. Come afferma Muta Imago, " abbiamo provato a ridare voce a una moltitudine di mondi, persone, storie. Cercando il più possibile di rimanere vicini alla realtà, al suo movimento instabile e complesso”.  La storia viene narrata con effetti sincopati dati dal looper, uno strumento musicale che viene utilizzato appunto per rendere alcuni suoni in loop, attraverso la voce di Sonia Chiambretto, poetessa e performer, protagonista in scena e fuori- alcuni scambi di email che fanno parte del canovaccio sono indirizzate a lei-. La sua figura di donna minuta diviene improvvisamente grande, si espande nella scena di fronte agli spettatori, la sua voce diviene talmente forte da stridere e mettere paura. I temi che tratta, i poliziotti (francesi) che appunto ordinano cariche contro i civili, che non si vergognano di azioni ripugnanti, assumono valenza ancora più tragiche grazie alla modalità di recitazione della stessa. La Chiambretto accoglie in scena gli spettatori con dei fogli in mano, dai quali sembra leggere tutto ciò che racconta. In realtà i fogli sono i protagonisti di tutto ciò che verrà narrato; è li, in quelle righe, tra quelle righe, che la realtà prende forma e viene rigettata in forma dirompente agli spettatori. Spettacolo bellissimo, ottimo inizio di stagione romano! 



strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 
trovamostre
@exibart on instagram